• Gio. Dic 3rd, 2020

MD Expo

Notizie e news dal mondo del web

Punto nero incistato: cos’è e come toglierlo

punto nero incistato

Il punto nero incistato è uno degli inestetismi peggiori che spesso rendono il proprio aspetto fisico meno piacevole del previsto.

Ecco tutto quello che bisogna sapere e come rimuoverlo.

In cosa consiste questo difetto estetico

Quando si parla dei punti neri incistati si fa riferimento a quei particolari bozzi, così come vengono definiti, composti da un gonfiore sottocutaneo e dal punto nero vero e proprio.

A differenza di quello classico, quindi, è possibile notare come questo difetto estetico è accompagnato da una sorta di foruncolo il quale tende a essere caratterizzato da pelle arrossata.

Si tratta di una problematica non troppo frequente ma nemmeno così rara da vedere e che appunto tende a essere soggetta a un trattamento differente rispetto a quello classico.

Spremere il punto nero è sbagliato

Ora la prima cosa che verrebbe in mente per rimuovere questo tipo di difetto estetico consiste semplicemente nello spremere il foruncolo e rimuovere il punto nero.

Ebbene, questo genere di situazione tende a essere tutt’altro che ottimale da adottare, dato che molto spesso questo inestetismo rappresenta una variante che deve essere tenuta sotto controllo.

Il fatto che la pelle sia arrossata vuol dire che, in corso, vi è una piccola infezione: spremere il brufolo potrebbe essere sinonimo di eruzione cutanea eccessiva.

Schiacciando le estremità e facendo uscire il materiale infettivo, ovvero il pus, si rischia di arrecare dei danni alla propria pelle.

Inoltre si rischia anche di far andare in profondità l’infezione, pertanto le problematiche relative al semplice punto nero tendono a complicarsi ulteriormente, dettaglio che non si deve sottovalutare.

Pertanto la massima attenzione con questo genere di inestetismo, dato che se non trattato con cura, questo può far nascere complicazioni da non sottovalutare.

Come trattare questo punto nero

Per quanto concerne il trattamento di questa problematica, per prima cosa è consigliato l’utilizzo delle creme idratanti che permettono di rimuovere, almeno parzialmente, il rossore.

In questo modo è possibile avere l’occasione di ottenere un risultato finale ottimale, ovvero ridurre quella sensazione di fastidio e calore eccessivo alla parte del corpo dove si trova questo punto nero.

Il trattamento con prodotti appositi deve durare per circa una settimana: in questo modo è possibile avere una riduzione della sensazione di bollore che spesso accompagna tale problematica.

Inoltre occorre evitare di grattarsi o tentare di rimuovere prematuramente il punto nero.

Trascorsa una settimana è possibile notare come questo genere di problematica tende a essere meno fastidiosa.

La pelle diviene più rosa e meno gonfia e proprio a questo punto occorre effettuare la classica rimozione, spremendo il punto nero.

Ovviamente le mani devono essere lavate con cura per evitare che la pelle possa venire irritata e sottoposta, dunque, a ulteriori problematiche.

I prodotti per prevenire ulteriori infezioni devono essere sfruttati, in modo tale da evitare che un punto nero possa essere sinonimo di dolore e altre complicanze varie

Articoli correlati